Conclusione raccolta questionari

Con la fine di febbraio si è conclusa la raccolta dei questionari anonimi che abbiamo utilizzato in questi mesi per esplorare le vostre opinioni e i vostri bisogni riguardo agli aspetti sociali e relazionali della nostra comunità. Molti spunti interessanti sono emersi da questa indagine, che ci permetteranno di riflettere a fondo sulla problematica della solitudine e delle relazioni sociali nel nostro territorio.


Grazie alla vostra preziosa collaborazione abbiamo raggiunto ben 325 interviste svolte tramite i diversi canali che abbiamo utilizzato per coinvolgervi in questo progetto: Facebook, Whatsapp, il nostro sito web, tramite chiamata telefonica oppure intervista cartacea. E’ un numero molto alto che, oltre a renderci molto soddisfatti, dimostra la spontanea e naturale disponibilità dei cittadini del Comune di Ruda a muoversi quando si tratta di agire per gli altri e per un bene comune.


Ci teniamo dunque a ringraziare tutti coloro che hanno in qualche modo contribuito al raggiungimento di questo numero: coloro che hanno personalmente compilato il questionario di ViviRuda, chi lo ha condiviso nei social, chi ne ha parlato a casa o con gli amici, chi anche semplicemente segue il progetto dall’esterno. Un ringraziamento speciale va sicuramente alle associazioni e ai loro referenti, che in gran numero hanno accolto con entusiasmo l’invito a contribuire nel progetto come parte attiva, partecipando e aiutandoci nella divulgazione e nella raccolta dei questionari, e quindi delle risposte di alcuni cittadini.


Ora che abbiamo un discreto numero di risposte al questionario anonimo sarà per noi possibile osservare la comunità e le relazioni che si vivono nel nostro territorio con i vostri occhi. Il vostro contributo tuttavia non si esaurisce qui. In questo progetto di ricerca-intervento, la prima fase, quella di ricerca, non si è ancora conclusa. Vogliamo infatti comprendere a fondo la problematica della solitudine e dei temi ad essa legati, in particolare prendendo in considerazione alcuni punti di vista particolari.


Nelle prossime settimane svolgeremo infatti dei focus group assieme ai rappresentanti delle associazioni e ad alcuni rappresentanti tecnici e politici che ci aiuteranno a comprendere al meglio come si descrive la solitudine sul nostro territorio. Svolgeremo anche degli ulteriori approfondimenti sulla percezione della solitudine che c’è nel nostro Comune, facendo delle interviste più in profondità ad alcune persone la cui prospettiva può essere interessante, poiché svolgono un’attività lavorativa inserita a fondo nel territorio: saloni del parrucchiere, bar, agriturismi, supermercati, panifici, eccetera.


Non solo, anche la percezione degli stranieri e di altre persone particolarmente attive sul territorio possono fornire spunti interessanti. La prospettiva di queste persone ci può aiutare a tracciare una distinzione tra la percezione individuale della propria rete sociale, delle proprie abitudini, e della propria solitudine, e la percezione collettiva di ciò che accade nel paese.


Conclusa questa ulteriore fase di ricerca procederemo all’analisi di tutti i contenuti che abbiamo raccolto in questi mesi, e non appena possibile vi faremo sapere cosa avremo scoperto! Avremo poi bisogno del vostro ulteriore aiuto per capire come utilizzare quelle informazioni per un intervento adeguato. Perciò restate aggiornati… presto sarà il momento di agire!

© 2019 Sito realizzato by  COSMO SCS